presidente
BIOGRAFIA

IL PRESIDENTE DI UNIREGGIO: Paolo Antonio Ferrara

Occupa la posizione di docente abilitato all’insegnamento di Chimica Agraria presso gli Istituti Superiori e svolge la professione di insegnante per le Attività di Sostegno nell’Area Disciplinare Scientifica presso la Scuola Secondaria di Secondo Grado.

Nel suo percorso formativo ha raggiunto il massimo livello con il Dottorato di ricerca in Sviluppo rurale, Scienze e Tecnologia delle Produzioni Agro-Forestali e Zootecniche presso il Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria; si è maturato presso l’Istituto per Geometri Righi di Reggio Calabria.

Nella pratica quotidiana sostiene la formazione continua con aggiornamento e formazione professionale in cui crede fermamente: per questo annovera la frequenza in numerosi Corsi in ambito didattico, informatico e linguistico.

Ha abbracciato la carriera politica ed ha preso l’iniziativa di costruire un suo gruppo, fondando nel 2013 il Movimento “Liberi di Ricominciare”, con cui dichiara la volontà di ridare alla città libertà e gioia di vivere. Presenta la candidatura a Sindaco nelle elezioni del 2013 per l’Amministrazione comunale di Reggio Calabria, ottenendo il terzo posto.

Così nel 2014 è stato eletto Consigliere comunale a Reggio Calabria.

Nel novembre 2017 è stato nominato Consigliere nel Comune di Platì; in questa veste ha parlato, al cospetto del Ministro dell’Ambiente Galletti, al Convegno “Appenino Bike Tour” per il Piano dello sviluppo sostenibile, tenutosi preso la Sala Auditorium, in rappresentanza della delegazione, fatto da portavoce della proposta di intervento per migliorare la viabilità in Calabria.

Il 6 marzo 2016 fonda il Consorzio Universitario Metropolitano UniReggio, dando a questa sua Associazione carattere spigliato e personalità attenta, aperta all’innovazione, all’assistenza e all’avanguardia delle tecnologie tanto in ambito della didattica quanto in quello dell’ambiente.

Si dedica a costruire l’attuale rete di accordi democratici e ideologici con autorità e vertici del panorama internazionale; allaccia collaborazioni con Università italiane, telematiche, private, statali ed europee, con altre Associazione per l’attività di formazione professionale di base ed avanzata, per l’assistenza sociale e per lo sviluppo culturale; si occupa di tutela, promozione e valorizzazione del patrimonio artistico e storico materiale e immateriale, della natura e dell’ambiente.

Il pragmatismo ha reso possibile aprire una sede a Melito Porto Salvo e Rosarno, poi da qui in poi si inanellano numerose sedi di UniReggio in Basilicata, Molise, Sicilia orientale grazie a collaborazioni del Network di formazione in continua espansione.

Promotore di valide iniziative di assistenza a fasce deboli della popolazione il Banco farmaceutico che conferisce una quota di medicinali a chi ne ha diritto; coordinatore dell’Idea Progetto MetroAspromonte che propone la costruzione del sistema di trasporti integrato di secondo livello sulla vecchia via ferrata della Calabro-Lucana; creatore di MetroPass, servizio di assistenza medica solidale, con annesso Banco farmaceutico e formazione sanitaria.

Responsabile legale dell’ente privato, ha inteso modificare la costituzione e lo statuto per aggiungere le proposte di attività più attinenti alla domanda a carattere nazionale ed adeguare, ai tempi ed alle opportunità sociali via via emergenti, tutte le iniziative intraprese.

Infatti, lo sguardo complessivo di UniReggio sulla realtà politica e civile oggi spazia dall’ambito locale e regionale al nazionale ed europeo: “Se vogliamo sognare, perché non farlo insieme!”.
Al di là della dialettica del sogno e del desiderio, UniReggio è specchio del presidente e corrisponde ad una realtà in continuo cambiamento, mette in atto azioni concrete che sono ideate, progettate, programmate con grande lungimiranza.